Scopri Bra

Scopri Bra

Un edificio neoclassico come immancabile tappa per scoprire la città

Visibile da ogni punto della città, la Zizzola, simbolo indiscusso di Bra, sorge sulla cima di uno dei colli braidesi più alti, il Monteguglielmo. L’edificio neoclassico a pianta ottagonale si compone di due piani, in cima ai quali si innalza una piccola torretta.

 

La sua costruzione, risalente al 1840, si deve al ricco mercante e filante di seta braidese Tommaso Bruno, il quale fece edificare la villa come “casino di villeggiatura” per la moglie. Curioso scoprire che in realtà l’edificio, il cui autore del progetto rimane tuttora ignoto, non venne mai completamente ultimato.

 

L’insolito appellativo di “Zizzola”, invece, deriva dal frutto di un albero che i botanici chiamano Ziziphus, una pianta che cresce sotto forma di cespugli o di piccoli alberi con spine, tipica delle regioni calde e quindi, probabilmente, mai coltivata sul colle Monteguglielmo. Da dove nasce dunque l’ispirazione? Sembra che il nome venne dato in realtà dai frati Dominicani di Asti, poiché il posto ricordava loro una proprietà in Liguria ricca di zizzoli, appunto, i frutti del Ziziphus conosciuti in italiano come giuggioli.

 

Nel 1962 la Zizzola fu donata al Comune di Bra e oggi nelle sue stanze, grazie allo scenografico allestimento museale multimediale della “Casa dei Braidesi”, i cittadini possono perdersi tra passato e presente, riscoprire vecchie e nuove testimonianze della vita cittadina, la storia della loro città e della cultura di cui sono figli e nipoti. Le varie stanze tematiche ricreano un caldo ambiente domestico e le numerose installazioni audio visuali, che ripropongono testimonianze della vita cittadina e mini-documentari, restituiscono ai braidesi una dettagliata documentazione della storia di Bra. Ma la “Casa dei Braidesi” ha molto da offrire anche a chi arriva da più lontano, come l’emozionante vista panoramica su Langhe e Roero offerta dalla posizione privilegiata dell’edificio.